Just 5 Minutes to calm down

Guests left for finding home
Have to go to bed
But need a calm down before
Just some minutes – hearing – dancing – feeling
Happy that
Found this weekend
Giovanni Bomoll…
“Carmelita” (dedicated to Carmelita Jetter, world’s fastest woman)

Good Night & InLove ZazuMove

Advertisement

Trasformiamoci in uccelli e voliamo

Trasformiamoci in uccelli e voliamo” – una storia di movimento per bambini

Una storia del movimento è un viaggio di fantasia e immaginazione. Con una musica adatta al contenuto della storia può dare le ali (in questa storia testualmente) e ci porta nel mondo della fantasia. Però non abbiamo bisogno di muovere effettivamente. L’immaginazione è già sufficiente per essere in grado di rilassarsi e cibarsi dalla fantasia. Tuttavia le storie del movimento possono essere implementate anche in movimento concreto. Tutti i due modi sono perfetti, scegliete con i bambini secondo la situazione.

Quando leggete la storia del movimento è molto importante che prendete pause, così il bambino ha la opportunità di sentire ed immaginare la storia. Nella storia “Trasformiamoci in uccelli e voliamo” sono inseriti i segni di pausa con le strisce: —-. Ogni intermezzo dovrebbe essere tenuto all’ incirca di un secondo. In questo modo possono godere maggiormente la storia di movimento. Nel corso del tempo trovate il proprio ritmo narrativo che corrisponde ai vostri figli.

Trasformiamoci in uccelli e voliamo

—- Mettetevi comodo e state molto vicino, così come sono le uova nel nido dell’uccello —- immagina che sei abbastanza piccolo in un uovo e lentamente sviluppi in un pulcino —- con piccoli movimenti di gambe e del becco senti il guscio dell’ interno —- presto trovi un punto dove il guscio cede e rompe —- lì puoi liberarti dal guscio d’uovo —- fuori dall’uovo esplori il tuo nido con nuovi movimenti.

—- Trovi altri pulcini che hanno visto la luce del mondo insieme con te ——– cresci gradualmente in un uccello, come puoi immaginare nella tua fantasia —- Ma ancora ti sposti nel nido in modo goffo —- salti di ramo in ramo e provi le ali prima di andare in aria per lasciare il tuo nido per sempre —- come sei grande e bello —- come sono grandi e lunghi i tuoi ali —- i tuoi belli ali —- come voli attraverso il cielo in alto —- puoi volare facilmente —- galleggi —- scivoli —- su e giù —- voli in linee tranquille —- verso l’alto —- verso il cielo azzurro —- e verso le nuvole bianche —- sopra il bosco verde —- laghi blu —- fai la prova della tua arte dell’aviazione sopra le montagne ——– ora cerchi una zona di relax, dove vuoi atterrare —- e ti senti bene ——– Adesso ti rilassi e resti —- Ti riprendi dal lungo volo

La danza libera

Vedo tutte le persone come il creatore e l’artista della propria vita. Crisi, problemi, conflitti, malattie servono come segnali per intraprendere nuove strade. Viviamo in un mondo che si sta trasformando, quindi non basta solo guardare ma anche participare.
La danza come l‘espressione fisica occupa un ruolo speciale. Il ballo come il collegamento fra sensazione, mente e movimento animato aiuta tutti gli esseri umani ad entrare in contatto con se stesso, gli altri ed anche in un stato spirituale.
Il ballo libero è immediata, spontanea, rende le cose consapevole, permette di giocare, per sperimentare e conduce ad una totalità/completezza dell’esperienza propria. La danza aiuta ad essere presenti al momento ed è l’energia, l’emozione e espressione nel movimento. Chi si muove è in risonanza generata, l’energia scorre, i gesti, il linguaggio del corpo e la tensione del corpo fanno effetto internamente ed esternamente. Gli elementi di tempo, spazio, potenza, dinamica, flusso di movimento e pure il proprio ritmo saranno sentiti in tutti modi. Prendo tutto questo come un punto di partenza dell’auto-consapevolezza, guarigione, contatto e incontro con se stesso ed il mondo.